SCOPRIRE L'UOMO SCAVANDO DENTRO SE STESSI - QUESTO A MIO AVVISO E' IL FINE DI TUTTO - E' INDUBBIAMENTE LA PIU' STIMOLANTE DELLE AVVENTURE - Walter Bonatti

martedì 2 marzo 2010

DUE CONSIGLI SUGLI SCARPONI DA MONTAGNA

Scarponi polivalenti nel vero senso della parola non ne esistono, bisognerebbe avere parecchie paia di scarponi specifici per ogni utilizzo, escursionismo, trekking leggero, trekking di alta quota, ferrate, ramponabili con ramponi automatici o semiautomatici.....e cosi' via.
Poi normalmente si hanno uno o due paia di scarponi che vanno bene un po' per tutto, perche' si e' vero che bisogna avere l'attrezzatura giusta per ogni tipo di prestazione sportiva, ma al proprio scarpone ci si affeziona come ad una mascotte e lo si usa finche' da' segni di cedimento dovuto all'usura.
Quello che vi posso consigliare per scegliere uno scarpone e' innanzitutto di capire qual'e' l'utilizzo che fate piu' spesso (escursioni leggere, trekking lunghi di alta quota, ferrate ecc.ecc.) e sulla base di quello procedere a scremare la scelta.
Poi cosa importante da valutare e' la vostra conformazione fisica e se le vostre caviglie hanno piu' o meno bisogno di sostegno, e cioe' se siete soggetti a distorsioni "facili", in questo caso potete gia' restringere la vostra scelta di scarpone con protezione alta oppure scarpe da trekking piu' basse.
Scegliete calzature con membrane traspiranti tipo Gore Tex o similari, e' molto importante perche' durante la camminata si produce molto sudore ed e' importantissimo espellerlo dalla calzatura soprattutto d'inverno, ed inoltre le calzature rimangono impermeabili.
Le suole inoltre sono il punto di contatto con il terreno e scaricano tutto il peso al suolo quindi devono essere ad alta aderenza, rigide al punto giusto per dare sostegno al piede su terreni rocciosi e durante salite dove lo sforzo va a ricadere maggiormente sulla punta.
Una azienda leader del settore e' Vibram e viene utilizzata dalla maggior parte di produttori di scarponi per il trekking e l'alpinismo.
La tomaia inoltre e' consigliabile sceglierla in linea generale robusta e personalmente la prediligo con protezioni perimetrali o nella punta per proteggere da urti, graffi ed usura.
Scegliete aziende che sono note per la loro affidabilita' e qualita' sicuramente il negoziante vi puo' consigliare adeguatamente, non risparmiate sul prezzo, lo scarpone e' un elemento fondamentale dell'equipaggiamento e vi puo' salvare veramente la vita in situazioni difficili!
La scelta va fatta inoltre in base alla calzata e al comfort, provate entrambe gli scarponi prima di acquistarli, indossateli con un calzino grosso, e sceglieteli di un numero piu' grande, il piede deve rimanere ben disteso e senza costrizioni di sorta, in caso contrario cambiate modello di scarpone, evitate di sceglierli con misure troppo ampie perche' il piede all'interno deve rimanere stabile e non deve scivolare, perche' oltre ad essere pericoloso vi puo' creare vesciche durante l'uso intenso.
Io normalmente uso solette ortopediche in cuoio che sostituisco a quelle standard, costano abbastanza ma servono ad aumentare il sostegno al piede, a rendere il passo piu' stabile in situazioni di stabilita' precaria come passaggi stretti ed esposti, ed aumentano il comfort anche con specifiche imbottiture sul tallone, caratteristiche importanti sulle lunghe distanze.
Il resto lo fa l'esperienza e l'uso quotidiano.
Nel caso vi rimangano ancora dubbi su quale scarpone scegliere potete fare sempre come Tom Perry.......
A voi la scelta!!

10 commenti:

  1. Ciao..
    Anch'io ho il stesso problema! Ho due paia di scarponi x ferrate... Sono ottimi, ma non vanno per niente bene per il trekking leggero...!
    Quanta nostalgia della montagna! Dei suoi "silenzi"...dell'aria buona, frizzante..
    e, perchè no, anche dei saluti che scambi incrociando altre persone!...

    RispondiElimina
  2. A volte quando non posso andare lontano in "montagna" prendo la macchina e vado a fare due passi nei nostri Colli Berici o Euganei e ci sono luoghi a volte "snobbati" ma molto belli e particolari.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Confermo la bellezza dei colli e delle Prealpi Venete. Il Novegno è la mia preferita.

    RispondiElimina
  4. Stefo19726/24/2011

    Ciao, volevo fare una precisazione.
    Quando parli del GoreTex fai un piccolo errore dovuta anche dal fatto vengono date informazioni sbagliato sulla sua funzionalità. Precisamente dici che le calzature restano impermeabili e ciò non è vero. Il GoreTex è a contatto del piede e tra la membrana e la tomaia c'è dell'isolante che in caso di tanta acqua di impregna con la conseguenza di avere i piedi asciutti (ottimo) e le scarpe zuppe di acqua (pessimo). Questo comporta un maggior peso e d'inverno il congelamento della scarpa (cose da evitare). Come membrana che fa ciò (tiene fuori l'umidità dalla membrana) è la OutDry e per di più di tecnologia ITALIANISSIMA.

    RispondiElimina
  5. Ti ringrazio della precisazione, utilissima per la conoscenza del comportamento dei materiali in situazioni "estreme".
    Ciao

    RispondiElimina
  6. Anonimo2/12/2012

    Vorrei un cosiglio
    Soffro di artrosi all'alluce dx mi sapete consigliare degli scarponi adatti

    RispondiElimina
  7. Marco da Oncino2/26/2013

    Non acquistate scarponi da pochi euro con suola non in gomma, ma in plastica, al mercato, (chi vende certe cose dovrebbe essere messo in galera e buttata via la chiave...): una suola che scivola al momento sbagliato, come spiegato così bene sopra, può veramente, in certi punti critici, fare la differenza tra una bella gita ed un incidente che, molte volte può essere molto, ma molto pericoloso. Mi sembra di aver letto che, dalle statistiche del Soccorso Alpino, la causa più frequente di incidente in montagna (correggetemi se sbaglio) non sia durante l'arrampicata, ma invece dovuto, oltre che alla perdita di orientamento, anche, udite udite, alla scivolata su prato o su sentiero!!! Pensateci e se avete comprato delle scarpe come indicato sopra, usatele solo per esplorare i parchi cittadini... (e solo se per terra non è bagnato!!!).

    RispondiElimina
  8. Anonimo7/03/2013

    Buongiorno, volevo chiederle se secondo lei queste scarpe sono valide, diciamo da utilizzare per sentieri non impegnativi.. ?

    http://www.df-sportspecialist.it/articoli/scarpe/uomo/montagna/dettaglio/98247365/scarpe_df_vail.html

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Anonimo7/13/2013

    Ho risolto il problema di impermeabilizzazione dei miei scarponi in Goretex, di ormai 4 anni di camminate in montagna, impregnandoli con una buona cera da pavimenti, ne ha assorbita circa un decilitro. Quando si sono asciugati erano un po duri, ma si sono ammorbiditi subito. Non entra più un goccio d'acqua anche sotto un diluvio (giusto l'altro giorno), e i piedi respirano.
    ciao a tutti, G.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

.....

Free counters!

Disclaimer

Il solo fatto di accedere alle pagine comporta la completa accettazione dei termini e convenzioni d'uso qui sotto specificati.
Se non si concorda con quanto espressamente descritto, si prega di interrompere l'accesso.
I contenuti del blog sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore.
Ogni riproduzione, anche parziale dei testi e delle immagini è vietata, salvo autorizzazione.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita', pertanto, non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001 , alcune immagini, filmati, articoli, citazioni inserite in questo blog possono essere tratte da internet e da altre fonti esterne, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a giotto.geo@gmail.com e saranno immediatamente rimosse.
Le attività dell'alpinismo, arrampicata ed escursionismo sono pericolose se effettuate senza preparazione fisica, teorica e senza la adeguata attrezzatura, possono quindi creare danni a se stessi ed alle persone che condividono e sono coinvolte nell'attività.
Chi volesse percorrere gli itinerari descritti è tenuto ad assumere le rituali informazioni necessarie per la sicurezza in loco o presso associazioni escursionistiche della zona, nonchè dotarsi di aggiornata carta topografica e della attrezzatura adatta.Per la difficolta' che presentano le escursioni vi invitiamo a farvi guidare solo ed esclusivamente da Guide esperte ed ufficialmente autorizzate dalle organizzazioni preposte alla certificazione delle stesse.
Le tracce gps pubblicate sono da considerarsi indicative ed una semplice informazione di sviluppo del percorso, un utilizzo improprio delle stesse può risultare fuorviante ai fini dello sviluppo in sicurezza del percorso.
Declino inoltre ogni responsabilita' per gli eventuali errori, inesattezze ed indicazioni riportati nel blog e per gli eventuali danni ed incidenti da essi derivanti.
Si declina ogni responsabilità per i contenuti di eventuali siti raggiungibili attraverso collegamenti (link) presenti all'interno del presente blog. Essi sono inseriti al solo scopo di fornire un servizio più completo in termini di informazioni. Il loro utilizzo è effettuato d'iniziativa propria del singolo visitatore.
Nessuna informazione personale è automaticamente raccolta sui visitatori del blog, si informa che possono essere automaticamente acquisite informazioni sulle modalità di connessione dei visitatori al fine di fornire
una ottimale visualizzazione del blog.
Esse sono : informazione sul tipo di browser utilizzato, il tipo di sistema operativo e il nome dell'internet service provider del visitatore, quantita' di visite e relative statistiche, solo ed esclusivamente in forma generale e non individuale.